Ti prendi cura di te stesso?

Ti prendi cura di te stesso?

Succede a tutti.

L’anno scorso avevo tirato fuori l’idea dell’esistenza di un business ciclico; mi era venuta in mente in un momento di grande stanchezza, in cui non riuscivo a trovare il giusto entusiasmo per lavorare con energia.

Mi succede a volte di sentirmi senza forze, come se mi fossi “spremuta” per bene fino al punto da non poterne più, oppure dopo che ho dato tutta me stessa in qualche progetto, esaurendo in una volta sola tutte le energie di cui invece avrei bisogno per andare avanti.

Se lavori da solo, è tuo dovere prenderti cura di te.

Se ci pensi e se anche tu sei un libero professionista come me, cosa succede quando sei stanco e non riesci a lavorare? Si ferma tutto. Non hai nessuno che possa fare il lavoro al posto tuo, i clienti cercano te e vogliono parlare con te.. nessun dipendente, collaboratore, socio può sostituirti se per 5 giorni se non hai voglia di alzarti dal letto.

Quando la tua attività si basa esclusivamente su di te, hai bisogno di due cose: la prima è trovare un modo per automatizzare alcuni processi (ma non è di questo che voglio parlati oggi), la seconda è renderti conto che è tuo preciso dovere prendere del tempo per ricaricare le batterie.

I clienti hanno diritto a vederti in forma.

Ok, se sei la tipica persona che pensa:

Eh, ma non ho tempo, non posso staccare, non posso fermarmi, mi rilasserò una volta che avrò finito (cosa che guarda caso non accade mai….)

prova a pensarla al contrario: che tipo di servizio vuoi offrire ai tuoi clienti? Vuoi che si ritrovino davanti un’ameba nevrotica e senza forze -con conseguenze sulla qualità del lavoro e sull’attenzione che ci metterai- o pensi che si meritino di avere il meglio e di poter fare affidamento su una persona lucida, pimpante, che non vede l’ora di lavorare per loro?

Ritagliati il tuo tempo.

Ricapitolando: se lavori da solo, ma anche se hai un’azienda e un team che conta su di te e sulla tua guida, hai il diritto e il dovere di NON esaurirti. Hai bisogno di prenderti lo spazio per tirare il fiato, fare quello che più ti piace, ritrovare le forze e l’entusiasmo che potrebbero venire meno in certi momenti della tua vita.

Fallo per te. E fallo anche per gli altri.

******

Vuoi leggere altro? Prova con:

Qual è il miglior consiglio che hai ricevuto?

Quand’è stata l’ultima volta che ti sei detto ‘Fermati’?

******

Isabel Colombo Comunicazione dal CuoreSono Isabel Colombo, 34 anni, una laurea in Scienze della Comunicazione e 10 anni “a zig-zag” nel mondo della Comunicazione e degli Eventi.

Oggi sono Consulente di quella che io amo definire Comunicazione “dal Cuore”: insegno ai professionisti a esprimersi autenticamente attraverso la loro attività e li guido nella scelta degli strumenti giusti per farlo. Non sono una psicologa, né una coach.. semplicemente, penso che il cuore abbia proprio una bella forma!

Vuoi sapere qualcosa in più su di me? Leggi qua!

Ti è piaciuto? Condividi!
Share on LinkedIn10Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+1Email this to someone